Lizzy Sainsbury has lived in the woods of Montalbano in Tuscany  since 1992 and makes her artwork and installations mainly with clay,  wood,  organic and scrap material. 

 

Lizzy Sainsbury abita dal 1992 nei boschi del Montalbano e lavora principalmente con la creta,  il legno,  materiali organici e oggetti trovati. 

 

 

One-woman shows 

 

 

La Soffitta, Colonnata

La Casa di Dante, Firenze

The Chantries, Cambridge

The Black Barn, Ely

Palazzo Pretoriale, Montelupo.

Thin Air. Podere Ciliegi, Vinci

 

 

Group shows and site-specific installations

 

2017

Varcune, Here, Cavallerizza, Turin

Cley 17, Cley, G.B

 

2016

Entropie - Cavallerizza, Torino

Tradewinds - Fornace Pasquinucci, Capraia Fiorentina

Homes - Istantanee,San Casciano

 

2015

Via Asti - Torino

One Boat - Istantanee San Casciano

Alberi - Il Giardino dei Ciliegi, Firenze

 

2014

Parole - Il Giardino dei Ciliegi

Parole -  Biblioteca di San Giorgio, Pistoia

Centro Sereno Regis, Torino

 Scambi di Memoria, Crespina

 

2013

Diladdarte - Porta San Niccolò, Firenze

Winetown -  Loggia del Grano, Firenze

Mobilecard - Simultanea, Firenze

Nature and Man - Panzano

Passages - Zeri

 

 

2012

 

Wart, - Palazzo Medici-Riccardi, Firenze

Diladdarte - Firenze

Il Giardino dei Ciliegi - Firenze

Winetown - Palazzo Non Finito

Wart - Casole d’Elsa  

Suite -  Biblioteca Comunale di Pontassieve 

Musiche della Natura -   Palazzo Uzielli, Vinci

 

 

 

 

 

 

The Books............. I Libri

Books at Palazzo Uzielli Vinci  2010

Book of the Earth

The Book of the Earth  80 x 80 x80 cm 2012 wood and scrap material
The Book of the Earth 80 x 80 x80 cm 2012 wood and scrap material

  I love books. I like not only the words or the images I find in them but also their particular shape: the way they open, the cover, the binding, the paper, the smell.  I find all the material I use for my books as I walk in the woods around my house. Almost every day I collect a group of objects from the path. I like most of all  those that show the effects of the weather and the elements, the intervention of insects and animals : sticks smoothed by the wind and the rain, a twig gnawed at by  wild boar, the deep blacks of leaves on the point of rotting away. And if  you choose   the right moment to pick up that leaf or that stick, you may stop the passage of  time and create a poem or a story just by placing these objects on a page of wood or metal: the group of objects that you have chosen on that day dance together on the page.

 

  Amo i libri.  Mi piacciono non solo le  parole o le immagini che potrei trovare in un libro ma anche la sua forma particolare: il modo in cui si apre, la copertina, la rilegatura, la carta, l'odore. Tutto il materiale che uso per i libri lo trovo mentre cammino nei boschi intorno a casa mia.  Quasi tutti i giorni raccolgo un gruppo di oggetti dal sentiero. Prediligo tutto ciò  che mostra gli effetti del tempo e degli elementi, dell'intervento degli insetti e animali: pezzi di legno levigati dal vento e dalla pioggia, il ramo rosicchiato dal cinghiale, i profondi neri delle foglie che sono sul punto di marcire.  E se scegli bene il momento per cogliere quella foglia  o quel rametto puoi fermare il tempo e creare una poesia o un racconto disponendo questi oggetti su una pagina di legno o metallo: il gruppo di oggetti  che hai scelto quel giorno danza insieme sulla pagina.

 

The Book of Fire is about the heat of the sun imprisoned in the forms of  trees and plants: the fiery energy  revealed in the way they grow and move, or in the intensity of certain colours. There  is fire even in a green blade of grass.

Fire soon burns out but leaves ashes that re-enter the growing cycle and feed  new plant growth. So for me fire represents not only our passions and energies but also  regeneration. I work with clay and terracotta so fire is potent and creative: clay passes through fire in order to be transformed and completed.

I included spent gun cartridges and the remains of the farmers’ bonfires because the red of fire is also associated with killing and blood, and with the ancient rites and traditions that try to contain and give meaning to the cycles of rebirth of the countryside.

 

 

 Il Libro del fuoco parla  del calore del sole che c’è dentro gli alberi e le piante: l’energia del fuoco che si rivela nel loro modo di crescere e di contorcersi, o nell’intensità di certi loro colori. C’è del fuoco persino nel verde di un filo d’erba.

   Il fuoco si consuma presto  ma lascia ceneri che rientrano nel ciclo vitale e che 

fanno rinascere le piante. Quindi per me rappresenta non soltanto le nostre passioni e 

le nostre energie , ma anche la rinascita e la rigenerazione.   Lavoro con la creta e la

terracotta  e quindi il fuoco è per me potente e creativo: la creta passa attraverso il

fuoco per trasformarsi e completarsi.

   Ho inserito nel libro le cartucce spente dei cacciatori e i resti dei falò dei contadini

perché  il rosso del fuoco si associa all'uccisione e al sangue, ma anche ai riti e alle 

usanze antiche che cercano di contenere e di dare un senso ai cicli di morte e rinascita 

della campagna.