Lizzy Sainsbury has lived in the woods of Montalbano in Tuscany  since 1992 and makes her artwork and installations mainly with clay,  wood,  organic and scrap material. 

 

Lizzy Sainsbury abita dal 1992 nei boschi del Montalbano e lavora principalmente con la creta,  il legno,  materiali organici e oggetti trovati. 

 

 

One-woman shows 

 

 

La Soffitta, Colonnata

La Casa di Dante, Firenze

The Chantries, Cambridge

The Black Barn, Ely

Palazzo Pretoriale, Montelupo.

Thin Air. Podere Ciliegi, Vinci

 

 

Group shows and site-specific installations

 

2017

Varcune, Here, Cavallerizza, Turin

Cley 17, Cley, G.B

 

2016

Entropie - Cavallerizza, Torino

Tradewinds - Fornace Pasquinucci, Capraia Fiorentina

Homes - Istantanee,San Casciano

 

2015

Via Asti - Torino

One Boat - Istantanee San Casciano

Alberi - Il Giardino dei Ciliegi, Firenze

 

2014

Parole - Il Giardino dei Ciliegi

Parole -  Biblioteca di San Giorgio, Pistoia

Centro Sereno Regis, Torino

 Scambi di Memoria, Crespina

 

2013

Diladdarte - Porta San Niccolò, Firenze

Winetown -  Loggia del Grano, Firenze

Mobilecard - Simultanea, Firenze

Nature and Man - Panzano

Passages - Zeri

 

 

2012

 

Wart, - Palazzo Medici-Riccardi, Firenze

Diladdarte - Firenze

Il Giardino dei Ciliegi - Firenze

Winetown - Palazzo Non Finito

Wart - Casole d’Elsa  

Suite -  Biblioteca Comunale di Pontassieve 

Musiche della Natura -   Palazzo Uzielli, Vinci

 

 

 

 

 

 

Winetown Labyrinth September 2012

 

The Winetown Labyrinth 

I have always been fascinated by labyrinths – not tall ones where you can really get lost, but those in which you can see the design on the ground as you walk into them and it is like physically entering a drawing or a strange and marvellous place. For Winetown,  I wanted to create a labyrinth that used the simple, yet beautiful form of the wine bottle and the transparency and colour of its glass. The candles at night introduce a  play of the reflections that  will transform the scene in unexpected ways. 

At the entrance to the Labyrinth a quotation by Tiziano Scarpa invites the visitor to enter. Whoever reaches the middle may read a series of quotations by poets and philosophers about the value of wine.

 

 


Il Labirinto di Winetown

Sono da sempre affascinata dai labirinti -  non quelli alti dove ci si può perdere per davvero, ma  quelli dove si vede il tracciato  sul suolo mentre ci si addentra ed  è come entrare fisicamente in un disegno o un luogo fantastico. Per Winetown, ho voluto creare un labirinto che mettesse anche in risalto la semplice ma bellissima forma della bottiglia da vino e la trasparenza e il colore del vetro. Le candele di notte introducono un  gioco di riflessi che  trasformerà la scena in modi imprevedibili.  

All'entrata del labirinto una citazione del romanziere Tiziano Scarpa invita i visitatori ad entrare; chi arriva al centro trova una serie di citazioni di poeti e filosofi sul valore del vino. 

 

Construction of the Labyrinth